comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:35 METEO:PONTASSIEVE11°  QuiNews.net
Qui News valdisieve, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdisieve
sabato 05 dicembre 2020
Tutti i titoli:
corriere tv
Maltempo, neve in Liguria: in azione le squadre di soccorso della Protezione civile

Attualità mercoledì 11 novembre 2020 ore 17:30

La Metrocittà si difende dagli assembramenti

Empoli chiude la piazza principale, Firenze decide di non attivare le zone rosse, il prefetto aumenta i controlli della polizia nei centri storici



FIRENZE — Il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica riunito a Palazzo Medici Riccardi ha disposto l'intensificazione dei controlli sugli assembramenti a seguito dell’inserimento della Toscana in “area arancione” .

Il Comitato ha disposto "un rafforzamento dei controlli relativamente al rispetto della normativa anti-contagio e misure orientate alla prevenzione di fenomeni di assembramento" così recita la nota della prefettura.

In relazione alla situazione di Empoli, il Comitato ha reputato proporzionata "l’adozione di un provvedimento del sindaco di divieto di stazionamento in piazza della Vittoria, uno dei luoghi di maggior socialità della città". Per quanto riguarda la città di Firenze, il Comitato ha disposto "un aumento dei controlli da parte delle forze di polizia nelle aree a maggior rischio di assembramenti specie nel centro storico cittadino, in particolare nei fine settimana, sia in chiave preventiva che repressiva, con equipaggi dedicati e in forma dinamica". Con la precisazione che "Sarà successivamente valutata l’eventuale necessità di provvedimenti maggiormente restrittivi per le aree dove il fenomeno degli assembramenti risulti cronicizzato".

A Campi Bisenzio è stata concordata "una implementazione dei controlli in alcune aree verdi, luoghi pubblici in cui sono state recentemente segnalate alcune forme di assembramento".



Tag

Programmazione Cinema Farmacie di turno


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità