Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:52 METEO:PONTASSIEVE11°28°  QuiNews.net
Qui News valdisieve, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdisieve
lunedì 16 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Eclissi totale, le spettacolari immagini della «Super Luna rossa»

Attualità venerdì 13 maggio 2022 ore 18:10

Treni fermi per lo sciopero generale in Toscana

A distanza di 3 mesi il personale della Toscana incrocia nuovamente le braccia nel fine settimana per 24 ore, dalla notte alla notte successiva



FIRENZE — Carenza cronica del personale e gestione dei turni in continua emergenza, sono le motivazioni dello sciopero generale di tutto il personale Trenitalia della Toscana indetto da Filt-Cgil Fit-Cisl Uiltrasporti Ugl Fast e Orsa.

I lavoratori incroceranno le braccia dalle ore 03:31 del 15 Maggio alle ore 02:30 del 16 Maggio.

A distanza di quasi 3 mesi dallo sciopero che ha di fatto interrotto qualsiasi tipo di trattativa con la dirigenza regionale di Trenitalia, Filt-Cgil Fit-Cisl Uiltrasporti Ugl Fast e Orsa proclamano un’altra serrata di tutto il personale di Trenitalia della Toscana.

I problemi e le criticità sollevate dai sindacati in questi mesi alla dirigenza “Il tentativo da parte aziendale di riuscire ad arginare le problematiche che stiamo riportando da oramai troppi anni, non ha avuto le sufficienti garanzie affinché lo ritenessimo esaustivo verso le nostre richieste - dicono Filt-Cgil Fit-Cisl Uiltrasporti Ugl Fast e Orsa – A fronte del corposo problema denunciato sul fronte della carenza cronica di personale, l’azienda ha risposto con apporti fruibili entro l’inizio del turnificato estivo a nostro avviso non completamente sufficienti a tamponare le problematiche legate alla mancanza di Personale. Ad oggi i Lavoratori si trovano con un numero elevato di ferie, che spesso vengano negate per le problematiche che da tempo denunciamo, non osiamo immaginare cosa potrà accadere dal prossimo turnificato estivo di giugno”.

“I turni programmati hanno visto una compressione nel rispetto dei limiti normativi, volti unitamente ad ottimizzare le risorse da parte della linea produzione, venendo meno ad un principio imprescindibile di conciliazione vita/lavoro - spiegano ancora i sindacati – La gestione operativa dei turni è diventata emergenziale dove il Personale spesso si ritrova in turno modifiche senza alcun avviso. La decisione unilaterale da parte aziendale di chiudere il turno di zona di Borgo San Lorenzo per il Macchina non è altro che l’ennesimo atto di prevaricazione aziendale che non facilita una ripresa delle corrette relazioni industriali. Negli anni le scriventi OO.SS. hanno chiesto all’azienda di accogliere le numerose domande di trasferimento di personale verso gli impianti periferici; nonostante qualche mobilità, la tendenza aziendale è quella di accentrare verso i macro Impianti, contribuendo così ad alimentare frizioni e malcontento tra i lavoratori. La carenza di Personale porta ad un problema legato alla professionalizzazione: scuole sospese, abilitazioni rimandate e meccanismi non chiari, inaridiscono sempre di più la conoscenza dei Lavoratori”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nel nuovo bollettino i test e tamponi risultati positivi nelle ultime 24 ore. Tutte le tabelle regionali sul contagio registrato al 15 Maggio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità