comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTASSIEVE
Oggi 21°31° 
Domani 18°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdisieve, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdisieve
sabato 11 luglio 2020
corriere tv
Maltempo in Lombardia: bomba d'acqua a Brescia, venti oltre i 130 km/h

Attualità martedì 16 giugno 2020 ore 16:36

La preside va in pensione e saluta così i ragazzi

Natali e il sindaco Benucci (foto dal Comune di Reggello)

Dopo tanti anni lascia l’istituto comprensivo. La dirigente Natali si rivolge ai suoi ragazzi: “Sono impressi nel mio cuore i momenti vissuti con voi”



REGGELLO — Quest’anno è un anno particolare, e non solo per la pandemia. A settembre, infatti, non sarò io a gestire l’inizio della scuola. È arrivato il momento del mio pensionamento”. È stata la stessa Vilma Natali, dirigente scolastico dell'Istituto Comprensivo "Reggello" di via Massimiliano Guerri, a dare pubblicamente la notizia del suo pensionamento. E non potendo salutare personalmente i suoi studenti, a causa delle norme contro l’epidemia, ha deciso di pubblicare un lungo messaggio sulla pagina internet dell’istituto. Uno scritto vergato con il cuore in mano, dal quale traspare pienamente il dispiacere per l’addio al mondo della scuola: “Ho passato tanti anni della mia vita facendo un lavoro che amo profondamente e che mi appassiona. Sono impresse nel mio cuore tutte le occasioni e tutti i momenti che ho vissuto con voi cercando di rendere la nostra scuola migliore. Ma sicuramente gli stessi obiettivi saranno perseguiti da chi avrà, l’anno prossimo, la mia funzione, e questo mi rincuora”.

Dopo aver ringraziato gli insegnanti, i collaboratori del personale Ata, le famiglie, tutte le associazioni del territorio e il Comune di Reggello, la preside Natali si è rivolta direttamente ai suoi studenti: “Sono mesi che voi ragazzi non potete tornare in classe, non certo perché abbiamo voluto tenervi lontano senza considerare le vostre esigenze, ma per salvaguardare la vostra salute e quella delle vostre famiglie. Ci sarà tempo di rientrare nelle vostre aule e di riappropriarvi dei vostri spazi, e sono convinta che già da settembre la situazione sarà migliore. Quindi pensate al futuro con ottimismo e positività. Per quelli di voi che devono sostenere gli esami di terza media, la situazione è diversa dagli anni passati: presenterete il vostro lavoro in videoconferenza, ma sarà comunque una conclusione che darà voce alle vostre competenze. Dovete affrontare questa prova con fiducia e tranquillità: gli insegnanti sapranno tener conto del percorso che avete svolto in tutti e tre gli anni e riusciranno a giudicare l’impegno che avete messo per migliorarvi”.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità