Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:26 METEO:PONTASSIEVE19°  QuiNews.net
Qui News valdisieve, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdisieve
sabato 16 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Canarie: terremoto di magnitudo 4,5 provoca nuovo fiume di lava, altri 300 evacuati

Attualità lunedì 27 settembre 2021 ore 07:00

Dove buttare l’olio? Da oggi cambia tutto

Ai Villini nuovi punti, nuovi contenitori e nuove modalità di raccolta del prodotto alimentare esausto. Ecco come funziona l’operazione “Olio d’oro”



PONTASSIEVE — Da oggi – 27 settembre - nella zona dei Villini di Pontassieve, l’olio alimentare esausto si raccoglie in modo nuovo. Da stamani, infatti, saranno aperti i nuovi punti di raccolta degli oli vegetali, che si vanno ad aggiungere a quelli già attivi all’interno dei plessi scolastici di Pontassieve.

Saranno 4 le postazioni dove poter conferire olio esausto: olio da frittura e quello usato per la conservazione dei cibi in scatola o in vetro. In particolare, le postazioni si trovano: all’ingresso del parcheggio Coop di Pontassieve, al parcheggio di piazza della Libertà, all’ingresso dello stadio comunale e nel parcheggio di via Varsavia (all’intersezione con via Algeri).

“La raccolta alle postazioni – spiegano dal Comune - sarà molto semplice, basterà, dopo aver a casa versato l’olio in una qualsiasi bottiglia di plastica, conferirla nell’apposito contenitore, assicurandosi che sia ben sigillata. A differenza della precedente modalità adottata negli ecobox, in questo caso non dovrà essere versato il liquido, ma l’intera bottiglia negli appositi contenitori”.

Questa novità fa parte del progetto “Olio d’Oro”, ideato dal Comune di Pontassieve, Silo spa, Bacciotti e Consorzio Re-Cord (con il patrocinio di Eni, Confindustria Firenze, Cef - Consorzio Energie Firenze e Conoe), che ha visto una prima fase coinvolgere le scuole del comune e che adesso si rivolge all’intera cittadinanza.

Un’azione semplice, ma importante per l’ambiente. Sversare l’olio nello scarico del lavandino o del water è un danno per l’ambiente, perché l’olio danneggia le tubature e le falde acquifere. Gli oli vegetali, se correttamente smaltiti, possono trasformarsi – concludono dal municipio - in una risorsa diventando una preziosa fonte energetica rinnovabile.

Attualmente questa novità riguarda solo la zona dei Villini. Sul resto del territorio comunale, rimangono in vigore le attuali modalità di raccolta negli ecobox”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Somiglia a Virna Lisi la concorrente toscana che ha lottato con sobria eleganza per mantenere il titolo di campionessa nell'arena del quiz di canale5
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità