Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:12 METEO:PONTASSIEVE21°36°  QuiNews.net
Qui News valdisieve, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdisieve
giovedì 29 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Montano saluta la scherma tra le lacrime: «Mi fa paura il salto nel buio da domani»

Attualità martedì 22 giugno 2021 ore 11:56

Recupero Berceto, soluzione in vista?

Il casolare di Berceto
Il casolare di Berceto

Ieri incontro tra il sindaco Maida e la famiglia Frescobaldi per valutare un intervento di sistemazione del casolare teatro della strage del ‘44



RUFINA — Un primo passo per il recupero dell’immobile di Berceto: il casolare nelle campagne di Rufina teatro della strage nazifascista del ’44 versa in pessime condizioni e da più parti si è sollecitato un intervento per non perdere quella che è considerata la “Casa della memoria”, un luogo simbolo per l’intera Valdisieve.

Nella giornata di ieri il sindaco della cittadina ha incontrato i proprietari del casolare per valutare come affrontare la questione, un primo approccio che potrebbe portare alla tanto attesa svolta per il risanamento della struttura che nel 2016 il Ministero dei Beni culturali aveva definito “di interesse particolarmente importante per il suo riferimento alla storia politica, militare e sociale”.

Sono andato a Berceto per incontrare la proprietà dell’immobile, la famiglia Frescobaldi, e il sovrintendente Masiello - ha annunciato sui social il primo cittadino rufinese Vito Maida - per trovare una soluzione istituzionale per un eventuale intervento sul casolare dove c’è stata la strage”.

L’intervento delle istituzioni era stato richiesto più volte in passato e da più parti anche attraverso una raccolta firme attivata nei mesi scorsi dall’associazione RufinaCheVerrà a cui hanno aderito più di 20000 persone. Iniziative che vogliono mantenere viva la memoria del sacrificio delle 11 persone che il 17 aprile 1944 furono trucidate barbaramente della furia nazifascista: nove civili, tra cui due bimbi piccoli, e due partigiani.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Emergenza Coronavirus, l’aggiornamento della Asl Toscana Centro: dopo lo stop di ieri l’infezione riprende a colpire. Ecco dove
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

STOP DEGRADO