Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:29 METEO:PONTASSIEVE15°  QuiNews.net
Qui News valdisieve, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdisieve
giovedì 15 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Attualità venerdì 02 aprile 2021 ore 15:33

Rsa, ora gli anziani possono ricevere i parenti

Villa San Biagio
Villa San Biagio

I degenti sono stati vaccinati contro il Covid e “Villa San Biagio” riapre le sue porte: gli ospiti potranno rivedere i familiari. Ma con delle regole



DICOMANO — La struttura è Covid free da tempo, gli anziani sono stati tutti vaccinati e ora Villa San Biagio può riaprire le sue porte: gli anziani della Rsa potranno finalmente ricevere le visite dei familiari. Ma a precise condizioni. I parenti degli ospiti della casa di riposo dovranno seguire regole e accorgimenti.

Gli ospiti e i loro parenti possono infatti incontrarsi nell’ampio giardino attrezzato della struttura di Dicomano gestita dal gruppo “Sereni Orizzonti”. Le visite avvengono su appuntamento e sono autorizzate dal direttore sanitario, nel pieno rispetto delle linee guida emanate dalla Regione Toscana. Come spiegano dalla Rsa “hanno in genere una durata massima di un quarto d’ora e avvengono dopo che al visitatore sono stati forniti all’ingresso i necessari dispositivi di protezione individuale. Eventuali piccoli regali vengono fatti depositare in una stanza e consegnati solo dopo la loro sanificazione mentre i doni in alimenti vengono accettati solo se preconfezionati”.

“Nella nostra struttura sono ripresi anche gli ingressi di nuovi ospiti: le famiglie stanno finalmente capendo come le Rsa siano ormai uno dei luoghi più sicuri” commenta il direttore Francesco Melani. “Se non è già stato vaccinato, il nuovo ospite – che deve presentarsi munito di un tampone negativo effettuato non oltre le precedenti 48 ore – viene collocato per un periodo di isolamento precauzionale di 14 giorni in una camera singola con bagno, adiacente a una zona filtro di vestizione/svestizione per il personale (buffer zone). Superata questa fase può finalmente integrarsi con tutti gli altri residenti, beninteso dopo essersi sottoposto a un nuovo tampone nasofaringeo di controllo”. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Emergenza Coronavirus, l’aggiornamento della Asl Toscana Centro: nuova ripresa dei contagi tra la popolazione della zona. I dati di oggi
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS