Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:12 METEO:PONTASSIEVE21°36°  QuiNews.net
Qui News valdisieve, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdisieve
giovedì 29 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Montano saluta la scherma tra le lacrime: «Mi fa paura il salto nel buio da domani»

Attualità giovedì 08 aprile 2021 ore 18:51

A 107 anni fa il vaccino, davanti al sindaco

Ginetta con il sindaco Maida
Ginetta con il sindaco Maida nell'ambulatorio della Misericordia di Rufina

L’anziana si è sottoposta questa mattina alla somministrazione del farmaco anti-Covid. E a Maida ha detto: “È un gesto di civiltà”



RUFINA — In tuta fucsia, ben avvolta nel giubbotto e con la mascherina. Questa mattina Ginetta - 107 anni ben portati - è andata alla Misericordia di Rufina per fare il vaccino contro il Covid. Convinta della sua necessità, perché vaccinarsi è una cosa importante per la propria salute e quella degli altri e perché “è un gesto di civiltà”. 

Ha risposto così al sindaco Vito Maida che ha incontrato nell’ambulatorio. Il primo cittadino era arrivato per vedere come stava andando la somministrazione e ha incontrato l’anziana signora diventata rufinese da qualche anno, da quando si è trasferita da San Casciano Val di Pesa a casa della figlia che vive nel comune della Valdisieve. 

Un incontro piacevole tra i due che hanno chiacchierato un po’: Maida ha anche cercato di carpire a Ginetta il segreto della sua lunga vita.

“Oggi siamo andati alla Misericordia di Rufina dove si stanno somministrando i vaccini anti-Covid. Lì abbiamo incontrato Ginetta che a 107 anni ha deciso di vaccinarsi” ha scritto su facebook il sindaco della cittadina.

“Le abbiamo chiesto di raccontarci il segreto dei suoi 107 anni (avete capito bene 107) e perché ha scelto di vaccinarsi contro il Coronavirus. Ginetta è nata il 28 luglio 1914 a San Casciano Val di Pesa, si è trasferita a Rufina nel 2014 a casa della figlia. Ginetta è una donna straordinaria sorridente, forte e spiritosa” ha sottolineato Maida “e lo ha fatto perché vaccinarsi è un gesto di civiltà oltre che di protezione per sé stessa e per chi le sta vicino”.

Maida ha concluso il post con un pensiero ai sanitari: “Ringrazio il dottor Nasi e tutti i medici che a girare stanno somministrando i vaccini e la Misericordia di Rufina sempre a disposizione dei soggetti più fragili”.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Emergenza Coronavirus, l’aggiornamento della Asl Toscana Centro: dopo lo stop di ieri l’infezione riprende a colpire. Ecco dove
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

STOP DEGRADO