Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:12 METEO:PONTASSIEVE21°36°  QuiNews.net
Qui News valdisieve, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdisieve
giovedì 29 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Montano saluta la scherma tra le lacrime: «Mi fa paura il salto nel buio da domani»

Attualità lunedì 21 giugno 2021 ore 07:00

Al posto del dottor Maccioni la collega Carletti

dottoressa
Foto di repertorio

Dopo l’improvviso decesso del medico di famiglia, il sindaco annuncia una soluzione temporanea per l’assistenza ai suoi pazienti



RUFINA — Da questa mattina e fino all’inizio del mese di luglio i pazienti del dottor Gianluca Maccioni – medico di base a Rufina e del 118 Valdisieve improvvisamente venuto a mancare nei giorni scorsi (vedi articoli collegati) – potranno rivolgersi alla dottoressa Carletti.

Lo ha comunicato via social il sindaco di Rufina che ha voluto rassicurare la popolazione che temeva un’interruzione nell’assistenza sanitaria a seguito del grave lutto che ha colpito la comunità.

“Da lunedì 21 giugno fino a venerdì 2 luglio, la dottoressa Carletti sostituirà il dottor Maccioni. Insieme ai dottori Tocchini e Latella dell’azienda sanitaria di Firenze e al coordinamento dei medici di famiglia, abbiamo trovato questa non facile soluzione temporanea” spiega il primo cittadino Vito Maida.

“Ringrazio la dottoressa Carletti per la disponibilità. Nel frattempo, l’azienda sanitaria cercherà di trovare soluzioni a lungo termine” ha concluso il sindaco di Rufina annunciando di dare, appena possibili, aggiornamenti a riguardo.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Emergenza Coronavirus, l’aggiornamento della Asl Toscana Centro: dopo lo stop di ieri l’infezione riprende a colpire. Ecco dove
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

STOP DEGRADO