Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:12 METEO:PONTASSIEVE21°36°  QuiNews.net
Qui News valdisieve, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdisieve
giovedì 29 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Montano saluta la scherma tra le lacrime: «Mi fa paura il salto nel buio da domani»

Attualità sabato 19 giugno 2021 ore 15:49

Lunedì alle Sieci i funerali del dottor Maccioni

il dottor Gianluca Maccioni
il dottor Gianluca Maccioni (foto tratta dalla pagina Fb del sindaco Maida)

In tanti vogliono dare l’ultimo saluto al medico prematuramente scomparso ieri. Il sindaco Maida ne ricorda l’impegno anche nell’emergenza Covid



RUFINA — La notizia dell’improvvisa scomparsa del dottor Maccioni – medico di famiglia e del 118 - ha lasciato sotto choc Rufina e tutta la Valdisieve. Tanti – amici, conoscenti e pazienti – sono coloro che vogliono dare l’ultimo saluto allo stimato medico: la salma è esposta presso la casa funeraria del Francini a San Francesco, mentre i funerali si svolgeranno lunedì 21 giugno alle ore 10 alle Sieci, nella Chiesa di San Giovanni Battista a Remole.

Continuano, intanto, ad arrivare tanti messaggi di cordoglio – anche via social – alla famiglia di Gianluca Maccioni deceduto per un malore nella giornata di ieri. Ancora una volta il sindaco di Rufina – cittadina dove il dottore ha lavorato a lungo – ha voluto ricordare la figura del professionista e il suo grande impegno anche nel momento della pandemia.

“Gianluca era un medico alla vecchia maniera, un medico molto professionale, ma soprattutto era conosciuto per la sua serietà nel lavoro e una sensibilità che pochi avevano, anche quando alzava la voce” scrive su facebook il primo cittadino Vito Maida.

“Aveva una forza incredibile, una tenacia che ha messo sin dal primo giorno dell’emergenza sanitaria, come tutti i nostri medici a Rufina,15 ore di lavoro tutti i giorni senza sosta. I nostri medici meritano rispetto per tutto quello fanno a servizio della nostra comunità. Il Dottor Maccioni era un medico determinato, fiducioso, combattivo aveva una luce speciale negli occhi, che trasmetteva a tutti noi".

"Aveva metodo e sapeva affrontare qualunque situazione. Ci mancherà molto, soprattutto ci mancherà la sua presenza e la sua esperienza di medico" aggiunge il sindaco di Rufina. "La nostra comunità da oggi sarà più povera e soprattutto si stringe con affetto intorno alla sua famiglia, al fratello, ai colleghi medici, al servizio del 118, al sindacato alla Misericordia. Esprimo il più sentito cordoglio per la perdita di una grande persona”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Emergenza Coronavirus, l’aggiornamento della Asl Toscana Centro: dopo lo stop di ieri l’infezione riprende a colpire. Ecco dove
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

STOP DEGRADO