Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:PONTASSIEVE11°19°  QuiNews.net
Qui News valdisieve, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdisieve
lunedì 17 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Meloni e l'idea di Palazzo Chigi: «Sono pronta a fare quello che gli italiani mi chiedono»

Attualità sabato 10 aprile 2021 ore 17:13

Antonio va in pensione con “Art”

Antonio Staiano
Antonio Staiano (foto tratta dalla pagina fb del sindaco Maida)

Il titolare dello storico tomaificio ha cessato l’attività. Il sindaco: “A nome della comunità, grazie per aver fatto crescere Rufina”



RUFINA — Una vita di lavoro, un lavoro che ha contribuito a far crescere il paese, un paese che lo saluta ora che va in pensione.

C’è una bellissima storia dietro alla fine di una decennale attività, un momento un po’ malinconico e al tempo stesso gioioso per le speranze che una nuova vita lascia. La storia è quella di Antonio Staiano che il sindaco di Rufina definisce “persona meravigliosa”.

Antonio ha chiuso da qualche tempo il suo tomaificiol’Art che tutti conoscono in Valdisieve – e adesso va in pensione. Non è solo un fatto privato: quando si è rappresentato tanto per una comunità, la comunità partecipa ai più importanti passaggi dell’esistenza dell’altro.

È per questo che il primo cittadino Vito Maida ha voluto ringraziare Antonio - per ciò che ha fatto sempre con impegno e dedizione - con un bel messaggio postato su facebook.

“Da qualche mese una delle aziende storiche di Rufina ha cessato la sua attività. Il tomaificio Art, nato alla fine degli anni '60, è stata una importante realtà artigiana del nostro territorio, ha dato lavoro a tante persone, prevalentemente donne, del nostro comune. L'arte artigiana del tomaificio ha fatto storia” scrive Maida.

“La storia straordinaria di Antonio Staiano, (persona meravigliosa) che insieme alla sua famiglia ha portato avanti con passione e dedizione questa attività, e ora orgogliosamente va in pensione. Andare in pensione è uno dei momenti più importanti nella vita di un artigiano. Potersi godere il meritato riposo, dopo anni di sacrifici, stress e giornate lunghe di lavoro, consapevole di aver dato il meglio di sé nel lavoro, a servizio della nostra comunità. Sorridi Antonio alla tua pensione, perché rappresenta uno dei tuoi tanti traguardi".

"A nome di tutta la comunità rufinese – aggiunge il sindaco - ti auguro di realizzare tanti altri sogni con la coerenza e la costanza che ti hanno sempre contraddistinto nel lavoro. Ora hai un’intera giornata per dedicarti alla famiglia e alla tua passione: l'orto. Una passione che abbiano in comune, quella di coltivare la terra. Carissimo Antonio, sai benissimo che coltivare la terra significa coltivare i pensieri. Ma è soprattutto riscoprire il bello di sporcarsi le mani, riconoscere i profumi offerti dalla natura, veder crescere una piantina, raccoglierne i frutti, imparare a rispettare l’ambiente. Grazie Antonio, grazie alla tua famiglia – conclude il sindaco-amico - per aver contribuito alla crescita di Rufina”.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Emergenza Coronavirus, l’aggiornamento della Asl Toscana Centro: l’infezione continua a diffondersi nell’area. I dati di oggi
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS